In arrivo la prima “Adsl nuda” di Telecom, in barba ai provider alternativi

telecomRicorderete la battaglia di tutti i provider alternativi con AIIP in testa, per evitare il balzello della “tassa” sulle cosiddette adsl Naked (Nude), quelle cioè senza linea telefonica, tanto amate dal pubblico per la loro convenienza?

Bene, ora Telecom si appresta ad inserire nella propria offerta anche una Linea senza telefonia fissa. Dopo che ha fatto chiudere e perdere clienti alla sua concorrenza.

E’ un fatto clamoroso, almeno per chi ha seguito la questione di qualche tempo fa. Non è un mistero che Telecom crei situazioni di disagio per i suoi leciti concorrenti. Diverse aziende sono state costrette alla chiusura per i suoi comportamenti, altre purtroppo continueranno a patire la situazione.

Nonostante denunce, querele, azioni legali di ogni tipo, Telecom procede per la propria strada con metodi arbitrari ed unilaterali. Oggi propone, in barba ad ogni regola anticoncorrenziale, ciò che è stata da Lei stessa negata ai suoi concorrenti, addebitando un costo addirittura retroattivo.

L’offerta Telecom, come si evince dal rapporto allegato al bilancio semestrale, seguirà il concetto di “zero monthly fee”. Non ci sarà canone, quindi; le telefonate saranno possibili solo tramite Voip, poiché all’utente non sarà attivata la linea voce tradizionale. La scoperta dell’acqua calda, visto che la concorrenza ci ha provato da anni senza poterlo fare.

Tutto bene, quindi, per i nuovi utenti che approfitteranno della ghiotta offerta. Salvo non pensare, pero’, a quanto è costato in termini economici e d’impresa alle aziende concorrenti stritolate dalle poco gentili maglie di Telecom. Con buona pace dell’antitrust.

(2891)

Comments

comments

Questa voce è stata pubblicata in agcom, Antitrust, telecom, Tlc, voip. Contrassegna il permalink.

2 Responses to In arrivo la prima “Adsl nuda” di Telecom, in barba ai provider alternativi

  1. Tommy Angelo scrive:

    Maledetta telecom…
    Invece di pagare esperti per creare nuove “offerte”, ampliasse la copertura o perlomeno sistemasse le centrali sature come la mia… Nel 2004 potevo attivare l’adsl, oggi no!!!

  2. Richiesto scrive:

    Avviene solo in Italia la storia dei vari provider di vendere mega e mega in pubblicità e poi rifilare delle connessioni da terzo mondo.

    Il problema è tutto chiaro se si visita questo sito http://www.transparency.org/news_room/in_focus/2008/cpi2008/cpi_2008_table

    Andare via dall’italia questo è lo scopo per il futuro prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.