ReAct, da CROSSHUB un aiuto concreto alle imprese.

Si sente tanto parlare di aiuti alle imprese, di agevolazioni, di finanziamenti, di smart working. Molte di queste iniziative sono lodevoli, anche se spesso risultano di difficile raggiungimento o a volte, …

Le fake-news, spiegate semplicemente.

Un fenomeno osservato e stranamente non combattuto come si dovrebbe facendo perdere la credibilità dell’intero comparto. Vediamone, forse, il perché. Tutti noi oramai ci imbattiamo in notizie di dubbia provenienza, pubblicate …

Navigare in sicurezza filtrando il Malware e contenuti per Adulti alla fonte, si può.

Oggi vi spiego il funzionamento del DNS di Cloudflare, il “famoso” 1.1.1.1 Innanzi tutto, occorre una breve spiegazione di cosa sia un “DNS”. I server (siti web, posta elettronica ecc) sono …

Come si fa a non pensare ad un cartello, quando insieme gli operatori decidono di aumentare i costi dei loro servizi?

aumentotariffeimages.jpg

Altroconsumo ha diramato dati sconcertanti:

Aumento del costo di una chiamata media (circa 2 minuti)

Piano tariffarioTipo di chiamataAumento percentuale
VODAFONE
Sera Ricaricabile in Euro modificato in VF SeraEffettuata durante il weekend+30%
TIM
Tim ClubQualunque chiamata+16%
Fonte: Altroconsumo, settembre 2008 

Stranissimo il sistema con cui i due operatori hanno comunicato il cambio delle tariffe.

Tim ha inviato un semplice sms a ciascun cliente. Il sito dichiara che è possibile cambiare piano gratuitamente ed esercitare il diritto di recesso, ma vige il silenzio sulleventualità di ottenere il risarcimento integrale del credito residuo, e su cosa succeda in caso di portabilità del numero ad altro operatore.
Vodafone ancora peggio in quanto a trasparenza: è impossibile ricostruire in dettaglio come cambiano tutti i piani tariffari, nemmeno via internet.

Le informazioni sono disponibili solo per i clienti che hanno il tipo di tariffa soggetta a modifiche. Altroconsumo denuncia il fatto che lo scatto alla risposta sia aumentato in tutti i casi a 16 centesimi, uno dei costi più alti in tutto il panorama tariffario italiano.

E l’Autorità per le telecomunicazioni e lAntitrust “vigilano”…

Author

giovanni@prignano.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.